CONTATTI

Francesca Paganelli
email: info@unmondodidmais.it
cell. 3336423060

Search

Caricamento in corso...

LA MIA RICETTA

LA RICETTA SEGRETA… della pasta di mais

Allora è segreta o no questa ricetta?
No, credo proprio di no. Piuttosto direi che sia *segreto* il procedimento per ottenere una pasta omogenea, morbida al punto giusto e lavorabile secondo le proprie esigenze. Sì, perché ognuno di noi la pasta la prepara a modo suo, tentativo dopo tentativo, seguendo la ricetta originale, ma trovando il proprio equilibrio. Questo è il segreto, questo quello che è capitato a me! Dopo anni e anni di *pasta al sale*, non potevo altro che tentare la via della pasta di mais...più duratura ;-), per non vedere più vanificati i miei sforzi dopo qualche anno di umidità! Ma i primi tentativi sono stati fallimentari! Sempre troppo dura :-(
Poi l’illuminazione…! Ma certo! Cuocerla meno… ma niente da fare, sempre un fallimento! E il risultato: da spaccarmi le mani! A quel punto lasciai perdere per più di un anno dedicandomi ad altre cose, per poi tornare sul problema con una nuova illuminazione... il tipo di colla. Questo è successo quasi 8 anni fa. Nessuno mi aveva mai detto che di Vinavil ce ne sono di tanti tipi, così ne provai un altro e funzionò, la pasta era finalmente più morbida.
Che dire, è questo il segreto allora? Non so, posso solo dire che il tipo di vinavil ha risolto una parte delle problematiche che avevo incontrato, ma nel tempo mi sono anche ingegnata su altre piccole cose, allora non mi resta che fare un breve elenco qui sotto per tutte le *appassionate* e per tutte quelle che vorrebbero diventarlo, ma ancora non sono riuscite a trovare il *loro segreto*.

Ricetta = 1 tazza di maizena + 1 tazza di vinavil + 1 cucchiaio olio di vaselina (+ qualche goccia di olio essenziale se la volete profumata - la tazza per la misura deve essere la stessa per maizena e colla)

Strumenti = padella antiaderente + cucchiaio legno + carta da forno + tanti MUSCOLI :-)

  1. Usare VINAVIL 59
  2. Mescolare bene gli ingredienti prima di cuocere (deve diventare una colla liscia, NO AI GRUMI!)
  3. Iniziare a cuocere a fuoco lento, mescolando SEMPRE! (L’impasto con il calore si ammorbidisce ulteriormente per poi riaddensarsi)
  4. Fare in modo che l’impasto si scaldi TUTTO! (per questo è necessario mescolare e mescolare, anche quando comincia a raggrumarsi)
  5. Appena l’impasto si COMINCIA A STACCARE dalla pentola (il composto è ancora appiccicoso in molte parti) è quasi l’ora di toglierlo, farlo scaldare ancora un po’ girando il composto per scaldare le parti appiccicose.
  6. QUI IL MOMENTO CRITICO! Dovrete trovare il momento giusto, perché se la lasciate troppo diventa DURA, se la lasciate poco rimane appiccicosa! Ognuno deve trovare il SUO MOMENTO, perché le variabili in gioco sono troppe: calore del fuoco, tipo di padella, potenza di mescolamento :-) ...
  7. Appena la vedete: calda, ancora un po’ appiccicosa in alcuni punti, ma che si stacca bene dalla pentola appena la girate, toglierla dal fuoco e rovesciarla su una carta da forno, coprendola con un lembo della carta stessa e lasciatela raffreddare, adesso non ci vuole fretta! Si deve raffreddare e ci vorranno circa 15-20 minuti.
  8. Una volta quasi fredda, si prova a manipolarla, se l’avete cotta al punto giusto sarà morbida e non si attaccherà alle mani. Se non è fredda del tutto potrebbe essere ancora un po’ appiccicosa… aspettate. Se la coprite con la carta da forno, non dovrebbe nemmeno seccarsi troppo nella parte esterna, evitando di fare grumi duri quando la manipolate
TUTTO CHIARO? Spero di essere stata di aiuto, per altre info, non esitate a contattarmi!

Se volete provare la consistenza della mia pasta o acquistarne per provarla, cliccate qui sotto per l'acquisto e la spedizione. In home page nella colonna di destra il carrello per l'acquisto.




UN NUOVO PROGETTO

Le BOMBONIERE

IL MAGAZINE DELLA CREATIVITA'

FRAMETALE ti mostro una fiaba!